Pubblicazioni

Trauma, memoria ed emozioni

Cattedrale - 96 GARIBALDI ANCONA

IL TEMA DEL TRAUMA PSICHICO - inteso come reazione violenta a situazioni traumatiche o altamente stressanti che incidono negativamente sul processo di sviluppo della personalità - ha ricevuto negli ultimi anni un crescente e progressivo interesse da parte di quanti si occupano delle scienze della mente: la forza dirompente del trauma inonda l'apparato psichico, interferisce sul processo di regolazione delle emozioni, anestetizzandole, e amplifica i ricordi. La memoria traumatica oscilla, così, tra forme di "non conoscenza" rivissuto con un acting out di infinite coazioni a ripetere, frammenti di ricordo apparentemente privi di senso per giungere, infine, alla possilità di racconto, elaborazione e testimonianza. Questo libro, intende fornire una visione multifocale del trauma psichico, partendo da una concettualizzazione della psicopatologia in termini di deficit della regolazione degli affetti derivata da un arresto delle sviluppo delle emozioni, per giungere a una formulazione del percorso diagnostico e terapeutico efficace, il cui obiettivo è quello di strutturare una range sufficentemente ampio di capacità personali e interpersonali, per attivare e massimizzare tutte le risorse di coping disponibili.

 


 

«Restare in casa? È solo un pit stop saremo più forti»

Corriere Adriatico - 16.03-2020

La psicologa Romeo spiega come affrontare l’isolamento dettato dalle misure per contenere l’infezione da Covid 19 «Siamo tutti esposti ad una destabilizzazione emotiva»

Come affrontare in casa i tempi del Coronavirus? Ne abbiamo parlato con la dr. Francesca Romeo, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento cognitivo comportamentale, practitioner EMDR e docente della scuola di specializzazione PTS di Roma.

Quali emozioni possono sorgere in questo momento?
La risposta è ovviamente soggettiva. In generale, l’intera rosa delle emozioni negative. Quelle prevalenti sono ansia e paura. La paura di morire, di contagiare i propri cari, l’incertezza sul futuro che ci aspetta, la solitudine. Molti soffrono il senso di costrizione. Uno stato di frustrazione e di impotenza che può sfociare in rabbia ma anche in noia e tristezza.

Quali sono i soggetti più a rischio?
Siamo tutti esposti ad una certa destabilizzazione emotiva. Tuttavia la condizione di deprivazione sociale e l’immobilità hanno ripercussioni soprattutto sugli adolescenti.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO